Successo di ALLEVATORISSIMA alle Cupole. Il PREMIO ITALIALLEVA 2018 consegnato all’assessore regionale all’agricoltura GIORGIO FERRERO

Successo di ALLEVATORISSIMA alle Cupole. Il PREMIO ITALIALLEVA 2018 consegnato all’assessore regionale all’agricoltura GIORGIO FERRERO

Pieno successo per Allevatorissima, la festa dei frisonisti che si è tenuta giovedì sera alle Cupole di Cavallermaggiore con una folta partecipazione di produttori e operatori del mondo-latte piemontese. Momento clou dell’evento, la cerimonia del Premio Italialleva che per il 2018 è stato assegnato a Giorgio Ferrero, assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte.

Il presidente Arap Roberto Chialva, assieme al presidente della Sezione Livio Diale, ha chiamato Ferrero sul proscenio procedendo alla premiazione. Le motivazioni del riconoscimento sono state lette dal direttore Arap Tiziano Valperga.

Giorgio Ferrero è imprenditore agricolo presso la sua azienda di Pino d’Asti. Dal 1994 al 1998 è stato sindaco di Pino d’Asti, dal 2007 al 2009 componente del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (Cnel), presidente di Coldiretti Piemonte e di Coldiretti Asti e componente dell’esecutivo nazionale. Dal 2004 al 2008 è stato presidente di Agrifidi e dal 2001 al 2005 componente della Giunta esecutiva della Camera di Commercio di Asti. Ha fatto parte di diversi consorzi, società, associazioni e forum sui temi legati all’agricoltura, in Italia e a Bruxelles.

“Per il nostro comparto zootecnico regionale – è detto nella motivazione – Giorgio Ferrero ha svolto, in questi anni, un ruolo fondamentale in particolare nell’ambito del delicato e complesso programma di ristrutturazione del nostro “Sistema Allevatori” su base regionale ed oggi anche interregionale. Nell’ambito della ristrutturazione – prosegue la motivazione – l’assessore Ferrero ha condiviso le strategie e le priorità presentate dall’Associazione Regionale Allevatori sostenendo, nel limite del possibile e compatibilmente con le difficoltà conseguenti alla severa crisi che ha coinvolto il nostro Paese, le attività tecniche dell’Arap che oggi si confermano essere importanti e strategiche ai fini della competitività dei nostri allevamenti. Attività rivolte, nella sostanza, alla qualità ed alla sicurezza delle produzioni, al miglioramento del benessere animale, alla garanzia del corretto presidio del territorio, alla tutela della biodiversità; tutte iniziative che non si possono improvvisare ma che devono essere costantemente supportate da interventi tecnici e da professionisti che da tempo il Sistema Allevatori mette a disposizione del comparto zootecnico regionale”.

“E’ doveroso sottolineare che questo sostegno Giorgio Ferrero lo ha rivolto a tutte le realtà produttive regionali dalla pianura, alla collina, alla montagna; in un’ottica di concreto e duraturo sostegno alle P.M.I agricole e alle filiere ad esse strettamente collegate”.

Ha concluso il presidente Arap Roberto Chialva: “Grazie Giorgio per quello che hai fatto e per quello che potrai sicuramente ancora fare per il futuro della zootecnia e dell’agricoltura piemontese ed italiana”. Tra gli applausi dei frisonisti, l’assessore Ferrero ha ritirato il Premio, ringraziando a sua volta con parole non rituali: “Questo è un Premio speciale perchè viene dal mondo del latte, dei produttori, della gente di campagna che ogni giorno dà lustro al nostro Piemonte agricolo. Con voi –  ha sottolineato Ferrero rivolgendosi ai vertici Arap e agli allevatori in sala – si lavora bene perché siamo in sintonia e condividiamo valori e obiettivi in un clima di collaborazione e amicizia”.