Arap garantisce il servizio analisi del laboratorio di Cuneo durante l’emergenza Coronavirus

Arap garantisce il servizio analisi del laboratorio di Cuneo durante l’emergenza Coronavirus

Valperga: “I servizi essenziali legati al monitoraggio igienico-sanitario e qualitativo della produzione primaria e dei derivati saranno attivi anche nelle prossime settimane”

Nel pieno adempimento delle norme dettate dal Governo per rallentare la diffusione del contagio da Covid-19 (con i Dpcm del 9 marzo e dell’11 marzo 2020), l’Associazione Regionale Allevatori del Piemonte (A.R.A.P.) avvisa aziende, allevatori e operatori del settore che il Laboratorio di Analisi è operativo anche in questi giorni di emergenza sanitaria e garantisce i più alti standard di sicurezza per i clienti e per tutti i collaboratori e addetti interni. “L’emergenza e le restrizioni a livello nazionale stanno avendo ripercussioni su tutti i comparti produttivi cosi come le attività connesse. La nostra Associazione Regionale Allevatori ha tempestivamente posto in essere accorgimenti utili per evitare eventuali forme di contagio: abbiamo sospeso le mostre, gli eventi, i corsi, i convegni, gli incontri precedentemente programmati; il nostro personale è chiamato a utilizzare tutte le precauzioni sanitarie per evitare il contagio, sono rallentate le forme di presenza degli utenti negli uffici preferendo sistemi di collegamento telematico o telefonico, è stato esteso il più possibile il “lavoro agile”. I recenti ed ulteriori provvedimenti restrittivi, emanati dal Premier Conte, ci hanno tuttavia indotto a sospendere, in via cautelativa , l’attività dei controlli funzionali dal 16 marzo al 31 marzo”. Tiziano Valperga, Direttore di ARAP “Visto il momento di difficoltà di molte imprese agricole, l’ARAP ha velocemente riorganizzato l’attività del proprio Laboratorio di analisi affinché rimanesse al fianco dei propri clienti in questo particolare passaggio. I servizi essenziali legati al monitoraggio igienico-sanitario e qualitativo della produzione primaria e dei derivati saranno attivi anche nelle prossime settimane, seppur con una riorganizzazione del personale. Non possiamo ovviamente escludere a priori il verificarsi di problematiche o rallentamenti organizzativi connessi alla gestione del personale, alla raccolta dei campioni presso i clienti, all’approvvigionamento di reagenti e materiali di consumo, all’eventuale carenza di assistenza tecnica necessaria per le strumentazioni ma i  nostri operatori si metteranno a totale disposizione per affrontare e cercare di risolvere le singole specificità”.